Ventotto tra Scuole e Università del Design provenienti da 18 Paesi e circa 550 giovani talenti da 31 Paesi animeranno la prossima edizione della Manifestazione

Dal 18 al 23 aprile, nella cornice del Salone del Mobile.Milano, nei padiglioni 13-15, si aprirà il sipario anche sulla 24a edizione del SaloneSatellite, fondato nel 1998 da Marva Griffin e da lei curato, per dare spazio ai designer under 35. Per questa nuova edizione, dedica un focus alle Scuole e alle Università di Design, sottolineandone il contributo indelebile che hanno dato, e danno, alla formazione dei futuri designer e allo sviluppo della progettazione.

La nascita e l’affermazione di nuove scuole e corsi dedicati alla disciplina del design ha preso piede proprio a partire dagli anni fondativi del SaloneSatellite. Per questo, fin dalla sua prima edizione, la Manifestazione ha dedicato loro spazio e visibilità. Testimoniando come, ognuna con le proprie caratteristiche di indirizzo formativo, sappiano imprimere particolari attitudini progettuali in intere generazioni, facendo emergere voci singole.

BUILDING THE (IM)POSSIBLE

Alle Scuole e alle Università di Design è stato chiesto di rispondere, attraverso l’allestimento e la presentazione dei lavori degli studenti graduates-to-be, alla domanda “Design: DOVE VAI?”. Dal contributo singolo di ogni istituzione si potrà delineare un’ideale mappa collettiva di visioni progettuali, dalle quali sarà possibile conoscere le prossime sfide che ci attendono e come sarà possibile affrontarle dal punto di vista del design e del suo insegnamento. In un’epoca connotata da grandi cambiamenti di equilibri ambientali, economici e sociali saranno indicazioni preziose che potranno orientare, studenti e designer emergenti, verso il significato dell’innovazione nel futuro.

Per visualizzare questa relazione stretta fra processo formativo e sviluppo progettuale dei designer, gli stand delle 28 tra Scuole e Università provenienti da 18 Paesi saranno disposti lungo un anello perimetrale a formare un abbraccio intorno ai circa 550 espositori provenienti da 31 Paesi. L’ispirazione per l’allestimento, invece, curato come di consueto dall’architetto Ricardo Bello Dias, arriva da Euroluce, Manifestazione con cui condivide lo spazio nei padiglioni 13-15. Così la luce naturale, e ciò che rappresenta − una metafora della vita e dei processi di apprendimento −, sarà il leit motiv dello spazio under 35.

SaloneSatellite 2022, Courtesy Salone del Mobile.Milano

Le aree del SaloneSatellite Award saranno contraddistinte dalla presenza del sole e della luna, elementi che segneranno l’estetica di tutta la Manifestazione. Nelle due piazze verrà allestita un’istallazione speciale con telescopi, che permetteranno di ammirare un cielo immaginario che rifletterà il presente e futuro del design. La scenografia e la grafica dell’intero allestimento prenderanno forma a partire da giochi di luce e ombra e dalle variazioni di colore che la luce presenta dall’alba fino al tramonto.

Infine, il SaloneSatellite omaggerà Euroluce con la mostra speciale “SATE…LIGHT. 1998-2022 SaloneSatellite Young Designers”: allestite simbolicamente sul confine fra le due aree − limite evidenziato da proiezioni luminose − saranno presentate gran parte delle lampade progettate dai designer, che negli anni hanno partecipato alle varie edizioni, ed entrate in produzione grazie alla collaborazione con le aziende che hanno scommesso sulle giovani promesse. I sodalizi, nati proprio al SaloneSatellite e sanciti da successi, rimarcano l’obiettivo principale della Manifestazione: favorire l’incontro fra creatività e mondo imprenditoriale.

A questo proposito, il SaloneSatellite Award, alla sua 12a edizione, premierà tre progetti fra i più meritevoli (e potrà anche assegnare fino a due Menzioni d’Onore). Tutti i prototipi candidati saranno, come sempre, esposti in una mostra dedicata e saranno valutati da una Giuria internazionale, guidata, fin dalla prima edizione, da Paola Antonelli, Senior Curator Department of Architecture and Design and Director, Research and Development del Museum of Modern Art, MoMA.

Grande attesa, infine, per l’intervento del Maestro Gaetano Pesce – scultore, designer e architetto italiano, da anni di base a New York – invitato a un incontro nell’Arena del SaloneSatellite per raccontare i passi principali della sua lunga carriera e il suo indelebile apporto interdisciplinare al mondo del progetto.

L’ingresso al SaloneSatellite è gratuito e libero al pubblico dal 18 al 23 aprile, con accesso diretto dal Cargo 4. Alla Manifestazione si può accedere internamente anche da Euroluce, se muniti di biglietto di ingresso al Salone del Mobile.Milano.